loading
BLOG

Amazon prova i video nelle anteprime

Amazon ➜ le anteprime che sfilano!

In questi primi giorni di marzo mi sono imbattuto in una home page diversa dal solito su Amazon, il colosso dell’e-commerce ha iniziato ad introdurre i video nelle anteprime per le proprie categorie merceologiche.

I video che ha introdotto, sono quelle che una volta erano (e lo sono ancora) le anteprime statiche della rispettive categorie, da queste modifiche pare infatti che Amazon voglia sempre più seguire il trend dei contenuti video; ormai sono diversi anni che il contenuto video sta prendendo piede, perché l’immagine in movimento ha il pregio di rendere il tutto più coinvolgente e attrattivo per l’utente di passaggio.

Controllando le diverse localizzazioni di Amazon .it.es.fr.com – co.uk.jp.de.cn ho notato che non tutte le home page hanno ancora adottato questa soluzione e che il video non appare tutte le volte che si approda sulla pagina principale, ma di fatto appare in modo alternato ogni tot refresh della home page.

Attualmente queste anteprime appaiono sulla versione italiana, spagnola, francese con la stessa modella orientale e sull’internazionale con la modella bionda, ve le riporto:


Questi video sono in formato .mp4 sotto il mega di peso, il tutto pensato ad hoc per il caricamento rapido, mantendo un ottimo compromesso qualità/peso.
Al momento questi video sono solo visibili da dispositivi Desktop, sul lato mobile non li hanno ancora attivati.

I video sono stati inseriti solo per l’anteprima del vestiario femminile, non si attivano subito, ma ci vogliono diversi refresh di pagina per vedere l’autoplay in azione con una breve dissolvenza di introduzione; questo indubbiamente comporta da parte del navigatore una sorpresa e il soffermarsi “sopra” per vedere cosa accade.

Questo genere di soluzione visiva per l’introduzione a contenuti sta prendendo sempre più piede, basta ricordare anche solamente il sito Apple con la presentazione dei loro prodotti, il sito è stato rifatto totalmente qualche anno fa, anche in quel caso sono stati creati ad hoc dei tasselli video inseriti alla perfezione nell’impaginazione web.

Non sono soluzioni impossibili da produrre, quello che bisogna vedere (cosa che sicuramente stanno facendo su Amazon) è se il video crea più “engagement” sul sito rispetto all’immagine statica (di solito si), in modo tale da capire se conviene proporre soluzioni simili in altri settori o perchè no su tutto il sito.

A prova di ciò anche le newsletter che arrivano nelle nostre rispettive caselle e-mail stanno cambiando, infatti alcuni store propongono micro video o animazioni in loop (a ciclo continuo) in modo da attrarre maggiormente il lettore, basta pensare alle GIF animate, avete notato quanto hanno preso ripreso piede negli ultimi anni?